Premio “Francesco Graziano” 2016 – V Edizione

Schermata 2016-06-30 alle 12.30.56

Cerimonia di Premiazione

18 Giugno 2016 – Museo di Arte Sacra – Rogliano (Cs)

Sabato 18 giugno p.v. alle ore 17:30, ospite l’Amministrazione Comunale di Rogliano nella suggestiva cornice del Museo di Arte Sacra, si terrà l’attesa cerimonia di premiazione della V edizione del concorso di poesia e narrativa “Francesco Graziano”, organizzato dall’associazione culturale e casa editrice ilfilorosso. L’associazione ilfilorosso, che da tre decenni svolge un’intensa attività di promozione culturale attraverso l’omonima rivista, incontri, convegni, pubblicazioni di volumi e mostre organizza per il quinto anno consecutivo un premio nazionale dedicato al suo ideatore e fondatore Francesco Graziano. Il premio, che registra in ciascuna edizione un numero sempre maggiore e qualificato di partecipanti provenienti da tutto il territorio nazionale, ha messo a dura prova la giuria a sua volta composta da membri provenienti da più regioni italiane. Come precisato nel bando, i testi degli autori vincitori, menzionati e segnalati entreranno a far parte di due volumi antologici dedicati al premio dal titolo Rifaccio il cammino dei sogni ad uno ad uno (ilfilorosso editore) che raccoglie le poesie inedite e S’accendono i fuochi nella notte (ilfilorosso editore) per i racconti inediti. La cerimonia di premiazione vedrà la partecipazione del piccolo coro “I 10” diretto dal maestro Barbara Tucci e si concluderà con una degustazione di prodotti tipici offerta dal Panificio di Cuti e di vini della Cantina Colacino.

Vincitori Premio “Francesco Graziano” 2016 – V Edizione

La giuria presieduta da Annalisa Saccà, docente di letteratura italiana presso la St. John’s University di New York, e composta da: Luigina Guarasci, direttore de ilfilorosso di Cosenza,   Vincenzo Ferraro, dirigente scolastico e critico letterario di Cosenza, Salvatore Jemma, poeta e saggista di Bologna, Maria Lenti, poeta e saggista di Urbino, Giuseppe Sassano, docente e promotore culturale di Cosenza, Mariangela Chiarello, segretario del premio di Cosenza ha deciso di premiare:

Sezione A – POESIA EDITA:

 Primo premio ex aequo:

  • Daniela Pericone (Raggio Calabria): L’inciampo (L’arcolaio);
  • Bonifacio Vincenzi (Cosenza): Bataclan (LietoColle).

 Secondo premio:

  • Maria Luisa Daniele Toffanin (Padova): Florilegi femminili controvento (Il Convivio);

 Terzo premio:

  • Adelio Fusè (Milano): La veglia del sonnambulo (Book Editore).

 Menzione Speciale – Poesia Edita:

  • Alberto Accorsi (Milano): Odì (Cfr Edizioni)
  • Angela Caccia: Il tocco Abarico del dubbio (Fara editore)
  • Grazia Di Lisio: Un asciugar di tempo ( Noumbs)
  • Teresa Marsico (Rogliano): Pur se durevoli un giorno (Aletti)
  • Giovanna Melchionda Melchionda (Civitavecchia):Il mito della vita (Ibiskos)

Gli autori ritenuti meritevoli della menzione speciale avranno in omaggio un’opera d’arte e un riconoscimento della giuria.

Sezione B – RACCOLTA INEDITA IN LINGUA ITALIANA:

  • Caterina Pontrandolfo (Avellino): In punta d’ago.

Menzione Speciale – Raccolta Inedita:

  • Antonio Zavoli (Rimini): Nel tramonto;
  • Franco Bazzarelli (Amantea): In cammino;
  • Franco Gordano (Cosenza): La curva linea della mela;
  • Lucia Longo (Cosenza): Anima e carne.
  • Gli autori ritenuti meritevoli della menzione speciale avranno in omaggio un’opera d’arte e un riconoscimento della giuria.

    Sezione C –POESIA INEDITA A TEMA LIBERO IN LINGUA ITALIANA:

    Primo premio:

    • Paolo Sangiovanni (Roma): Così, parlando della giovinezza
    • Secondo premio:

      • Antonio Avenoso (Melfi): se getti lettere dagli alberi

      Terzo premio ex aequo:

      • Giuseppe Leonetti (Cosenza): L’archeologo confuso e Livingstone arborizzato
      •  Menzione Speciale – Poesia Inedita:

        • Giovanni Caso (Siano): Ci sentiamo ancora giovani
        • Antonella Crocè (Lamezia Terme): Portami
        • Erica Fuoco (Rogliano): Una morte bianco sporco
        • Mastrovito Francesca (Cosenza) : Fatalità
        • Mirella Palermo (Rogliano): 1912
        • Alberto Tomiolo (Verona): L’undicesima glossa a Feuerbach

        Gli autori ritenuti meritevoli della menzione speciale avranno in omaggio un’opera d’arte e un riconoscimento della giuria.

        Sezione D – NARRATIVA BREVE A TEMA LIBERO IN LINGUA ITALIANA:

         

        Primo premio:

        • Daniele Varanini (Pistoia): Il vate
        • Secondo premio:

          • Zina Righi (Cesena): La rossa
          • Terzo premio ex aequo:

            • Marialuigia Campolongo(Cosenza): La bestia
            • Maria Gabriella Sicilia (Cosenza): C’era una volta il treno

            Menzione Speciale – Narrativa breve:

             

            • Veronica Borgo (Bergamo) : L’orco nasone che odiava i bambini;
            • armido Cairo (Falerna): Sogni e miracoli;
            • Dario Deserri (Ferrara): Telegono nella città di Rebea;
            • Giuseppina Grilletta (Rossano) :Piacevole contagio;
            • Giacomo Guglielmelli (Cosenza): L’istituto;
            • Pietropaolo Morrone (Cosenza): Finchè morte non ci separi.
            • Gli autori ritenuti meritevoli della menzione speciale avranno in omaggio un’opera d’arte e un riconoscimento della giuria.

Presentazione “Madri”

Schermata 2016-06-30 alle 12.40.32

“Madri”, ilfilorosso editore

Sabato 7 Maggio alle ore 16:30

Sala Quintieri – Teatro A. Rendano

Sabato 7 Maggio alle ore 16:30 presso la Sala Quintieri del Teatro A. Rendano si terrà la presentazione del volume “Madri”, antologia di 22 poeti provenienti da varie regioni italiane edita da ilfilorosso editore.

Dopo i saluti de il direttore de ilfilorosso, Luigina Guarasci interverranno lo psicoterapeuta Gaetano Marchese e la professoressa Marilù Sprovieri. La lettura dei testi e a cura della giovane attrice Erica Fuoco. Intervalli musicali del maestro Pietropaolo Morrone.  “Madri è un testo che sconfina dall’archetipo al mito, dalla presenza divina e misteriosa delle madri all’umana esperienza, alla poetica che abita nella loro parola d’amore che depositano nella vita di ogni uomo… Testi carichi di intenso e meditato silenzio e pudore, che rinsaldano memorie di alleanze e affetti, amori mai dimenticati, che sbalzano oltre la soglia di un visibile orizzonte, tra malinconia e memoria. Un testo scritto a più mani e con più voci, su un tema magmatico e scivoloso; un deserto di fuoco che brucia, perché mette a nudo emozioni, sentimenti, vissuti tragici, ricordi, sogni e desideri sull’“oggetto d’amore” con cui abbiamo dialogato e sperato, pianto e sorriso, fin dal nostro primo respiro e sguardo. Per questo, Madri è un testo di fuoco e coloro che hanno scritto hanno le mani bruciate, sono poeti, e come dice Heidegger, “i poeti sono arrischiati” perché, senza protezione alcuna, osano dire e scrivono in un territorio infinito di rimandi. Si percepisce il pudore e il coraggio con cui “sentono” le Madri e si è pervasi da un silenzio di rispetto; per questo sono un dono e un seme queste poesie, germogliano al sole come le spighe del grano e sono canto e preghiera al mondo”, così dice il dott. Gaetano Marchese nella prefazione. Presenti all’interno del volume le poesie di: Lidia Apa (Cosenza), Francesco Bazzarelli (Amantea), Lella Buzzacchi (Bergamo), Maria Teresa Calabrò (Roma), Corrado Calabrò (Roma), Gaetano Coccimiglio (ASchermata 2016-06-30 alle 12.41.14iello Calabro), Franco Gordano (Cosenza), Antonella Jacoli (Modena), Michele Lalla (Modena), Lucia Longo (Cosenza), Maiolo Maria Carla (Cosenza), Gaetano Marchese (Cosenza), Moreali Paola (Modena) Antonio Nesci (Modena) Clara Nistri (Firenze), Pina Oliveti (Rogliano), Franco Pasqua (Cosenza), Annalisa Saccà (New York), Giusy Staropoli Calafati (Briatico), Emilio Tarditi (Cosenza), Daniele Varanini (Pistoia), Anna Vincitorio (Firenze). La copertina riprende un’opera della pittrice rossanese Riccarda Stabile dal titolo “Quelle madri che proteggono i bambini in fondo al mare…”.